lunedì 1 ottobre 2012

Ecco la certificazione: CLASSE A!!

La casa è certificata!!! 18,52 kwh/m2a, CLASSE A naturalmente!

cert 1 cert 2











 

IMG_9601
la casa terminata, prospetto principale
 
IMG_2423
la targa energetica rilasciato da CENED Lombardia
 
Grazie, soprattutto ai miei committenti che hanno creduto nel progetto, pazientemente; e grazie a tutti quelli che hanno partecipato con impegno tra cui:
l’impresa Savio, Emanuele e Gigi, che hanno affrontato insieme a me parecchie problematiche e che insieme abbiamo trovato geniali soluzioni;
l’ing. Giuliani Alessandro della NRG Zero che ha elaborato il progetto di risanamento energetico;
l’ing. Marco Carcano, strutturista e sbrogliatore attento di ponti termici;
Andrea Pertile della Pertile Serramenti con i suoi ottimi prodotti;
grazie al sig. Ambrosio per la straordinaria copertura;
al Max titolare dell’Edilceramiche per pavimenti e rivestimenti;
Il blog continuerà con altri cantieri, altre idee, altre soluzioni e con altre notizie energetiche. Anticipo che in questo periodo mi sto avvicinando alle costruzioni di edifici in legno, in XLAM precisamente, ho scoperto cose straordinarie su questo materiale e se un giorno, qualche cliente curioso busserà alla porta del mio studio, potremmo fare nuove costruzioni anche in legno, di CLASSE A naturalmente!

mercoledì 6 giugno 2012

Tutti in CLASSE A 2012

Anche quest’anno Legambiente ci stupisce con il suo utilissimo report sulle condizioni termiche dei nostri edifici. Tra le novità di quest’anno spiccano le analisi termiche di edifici nuovi spacciati per classe a ma malamente costruiti.

Non è facile costruire in A, lo ammetto per l'esperienza avuta e per le evoluzioni tecniche ma bisogna che i tecnici acquisiscano conoscenza con corsi e soprattutto in cantiere. Bisogna che le imprese e gli imprenditori edili si formino nel modo più adeguato, e che i tecnici ci credano e diffondano capillarmente le tecniche costruttive a tutti, generosamente, offrendo in rete ad esempio, disegni (anche dwg) e particolari costruttivi e fotografie.

Il report lo trovate a questo link

Se ti è piaciuto questo articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog! Per maggiori informazioni sui feed clicca qui. Oppure inserisci la tua mail in alto a destra

lunedì 7 maggio 2012

I risparmi energetici: il sole che riscalda dalla finestra

Sempre continuando sugli esempi pratici di vita quotidiana vi mostro quello che accade nel mio studio sia d’inverno che d’estate, dalla finestra rivolta a sud sotto il balcone sporgente 1,20m.
Nelle prime due foto, scattate nei primi giorni di Febbraio, si nota come il sole, più basso sulla linea dell’orizzonte, penetri all’interno dl locale favorendo il così detto “apporto solare gratuito diretto” che, nel mio specifico caso, nelle giornate di sole, e con zero gradi fuori, contribuisce il riscaldamento della stanza di 3/4 gradi, aiutando notevolmente l’impianto di climatizzazione invernale.
IMG_091409/02/2012
IMG_091509/02/2012
Le due foto seguenti le ho scattate in data odierna. Si nota come il sole ora viene schermato dal balcone, creando così una ombreggiatura, impedendo ai raggi di entrare, senza surriscaldando l’ambiente che rimane così fresco e temperato.
IMG_1767 07/05/2012
IMG_1768 07/05/2012
Questa tabella aiuta a comprendere le varie altezze del sole durante i mesi
Diagramma solare
Il sole, è quindi, nel mio piccolo, un valido alleato, pensate se ci fosse una enorme vetrata al posto della finestra oppure una serra solare! Su questo si basa anche lo studio dei nuovi edifici passivi.
Se ti è piaciuto questo articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog! Per maggiori informazioni sui feed clicca qui. Oppure inserisci la tua mail in alto a destra.

mercoledì 14 marzo 2012

Presa diretta: il nostro futuro energetico

Vi allego questi tre video, da vedersi con calma alla sera, che riportano parte del servizio di Presa diretta andato in onda domenica sera scorsa su Rai 3. I giornalisti hanno analizzato il panorama edilizio italiano e la disastrosa efficienza energetica nazionale e hanno intervistato chi ci crede davvero e costruisce già in classe A. Molti spunti sono già stati trattati dal mio blog ma questa inchiesta ne riassume egregiamente i contenuti.

Sono felice che ne emergano persone attente che costruiscono in classi energetiche elevate venendo premiate due volte: sia dal mercato, proponendo edifici prestazionali, che dall’ambiente, risparmiando energia.

Rifletto soprattutto sulla certificazione energetica che, obbligando chi vende o affitta a dichiarare la prestazione dell’edificio, incomincia a sensibilizzare le persone partendo dal principio elementare che un edificio consuma molto se è fatto male ma che esiste (ed è realtà) anche un edificio che può consumare molto, ma molto poco, costruendolo semplicemente bene.

La puntata integrale, che parte dal disastro di Fukushima, è qui. Buona visione!

 

 

Se ti è piaciuto questo articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog! Per maggiori informazioni sui feed clicca qui. Oppure inserisci la tua mail in alto a destra.

giovedì 1 marzo 2012

Aler inaugura il condominio multietnico in classe A

E’ troppo bello questo articolo per non condividerlo pienamente!

Sono stati consegnati i 16 appartamenti del palazzo di via Marco Polo, una scommessa vinta grazie al cambiamento della modalità della gara d'appalto: dal maggior ribasso alla migliore offerta economica Il condominio multietnico a Fagnano.

155491389_DSC_0503

Mamme e papà di tutte le razze con un sorriso enorme, bambini felici di giocare nel prato verde, un palazzo in classe A con riscaldamento a pavimento, cappotto termico, pannelli solari, solare termico, recupero dell'acqua . Stamattina (giovedì) in via Marco Polo, a Fagnano Olona, non si stava inaugurando un nuovo condominio privato superlusso ma un complesso residenziale a canone sociale dell'Aler. Paolo Galli, presidente di Aler Varese, ne va giustamente orgoglioso: «Con questo edificio, il primo in provincia in classe A, inauguriamo un nuovo corso che solo quest'anno punta a dare 250 alloggi a chi ne ha fatto richiesta - spiega - ci siamo adeguati alla normativa nazionale e regionale che permette di non fare più gare d'appalto al maggior ribasso ma gare con la migliore offerta economica. Questo è il risultato».
Il risultato è un edificio a basso impatto energetico, esteticamente gradevole e con pannelli solari che alimentano le luci esterne, solare termico per la produzione di acqua calda, sistema di recupero dell'acqua per diminuire gli sprechi, ventilazione meccanica per il ricambio dell'aria. Insomma un piccolo gioiello architettonico a disposizione delle sedici famiglie che questa mattina hanno preso possesso degli alloggi. Famiglie italiane, africane, arabe o dell'est europeo si ritroveranno a vivere nei loro nuovi appartamenti a partire da oggi. 
L'edificio, inaugurato alla presenza del sindaco Marco Roncari e del dirigente di Regione Lombardia Antonino Carrara, è costato 2,7 milioni di euro con un risparmio di centomila euro rispetto al preventivo iniziale ed è stato consegnato dalla ditta con 100 giorni d'anticipo rispetto ai tempi preventivati da parte dell'associazione temporanea d'impresa realizzata tra A.M.C. srl di Gallarate e Euro Consorzio lavori Scarl di Treviolo (Bg).

fonte Varesenews

Se ti è piaciuto questo articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog! Per maggiori informazioni sui feed clicca qui. Oppure inserisci la tua mail in alto a destra.

martedì 7 febbraio 2012

I risparmi energetici: tetto isolato

Con questo post voglio inaugurare la rubrica inerente a consigli veloci per migliorare l’efficienza energetica della propria abitazione. Inizio da quello che vedo semplicemente affacciandomi dalla  finestra (a triplo vetro) di casa mia!
421530_334592869913631_188261237880129_1041632_1505826654_n
La differenza tra un tetto isolato e uno no? La copertura dell’edificio di destra è stata isolata con 10 cm di polistirene, quella di sinistra no. Notate la neve: sulla gronda si è mantenuta mentre per la restante falda si è sciolta con il calore che sfugge dal tetto. Calore che costa soldi, energia e comfort termico.
Se la caldaia di casa in questi giorni va a manetta e il termostato non raggiunge mai la temperatura, se alcuni locali sono caldi e altri polari, se stando vicino alla finestra rischi la polmonite, se il pavimento è caldo come una lastra di ghiaccio, non risolvere pensando di comprare una stufa a pellets, è il momento di coibentare la casa e sostituire i serramenti: la casa, prima di tutto!
Se ti è piaciuto questo articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog! Per maggiori informazioni sui feed clicca qui. Oppure inserisci la tua mail in alto a destra.